Impatto Basilea3 sulle Pmi della provincia di Napoli

Condividi sui Social Network

Il Progetto vuole affrontare le criticità legate al rapporto tra Pmi e istituti di credito che con Basilea3, come già con Basilea2, hanno introdotto comportamenti sempre più restrittivi, avvalendosi di tecniche automatiche di erogazione del credito sulla base di parametri definiti (scoring), che vanno a scapito del tradizionale rapporto fiduciario.

 

Gli accordi di Basilea 2 e 3 inpongono, infatti, che ogni impresa abbia un rating che può essere assegnato da organismi indipendenti oppure dalla stessa banca, sviluppandoli secondo requisiti prefissati e dopo una sperimentazione di tre anni.

 

Le imprese che non si prepareranno in anticipo alla scadenza del 2019, correranno il rischio di ritrovarsi problemi sotto il profilo del merito creditizio e, quindi, risulteranno disallineate rispetto ai parametri di valutazione che le banche finanziatrici adotteranno per definire quantità e costo del credito concesso.

 

L’iniziativa offre un servizio indispensabile, soprattutto alle imprese che, per struttura organizzativa, non hanno al proprio interno figure professionali con adeguate competenze specifiche.

 

I benefici del Progetto:

  • offrire un servizio innovativo ed efficace per tutte le imprese;
  • sviluppare azioni di sensibilizzazione verso le imprese, focalizzando l’attenzione su quegli aspetti che maggiormente condizionano l’attribuzione del rating;
  • impostare programmi formativi mirati sulle problematiche di impresa che manifestano maggiori criticità e margini di miglioramento;
  • sviluppare un’azione sistemica per il rafforzamento di una moderna cultura del rating all’interno delle realtà imprenditoriali.